Spegni la bolletta, la risposta di Fondosviluppo per le imprese cooperative al caro bollette.

Intervento a sostegno delle imprese cooperative

Spegni la bolletta
Novità |  Imprese | 

Al via l'iniziativa "Spegni la bolletta" promossa da Fondosviluppo e Federcasse con il coinvolgimento delle Capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Cassa Centrale e Iccrea progettata con l'obiettivo di sostenere le imprese cooperative che, trovandosi in difficoltà con il pagamento delle bollette energetiche gas e luce (secondo una dichiarazione autocertificata della cooperativa), hanno necessità di ricorrere a finanziamenti bancari.

“Spegni la bolletta” è una delle iniziative che Fondosviluppo mette in campo per sostenere e accompagnare le cooperative in un percorso di crescita e rafforzamento. In particolare, questa iniziativa rappresenta un primo e significativo passo che il Fondo mutualistico compie per stare a fianco a tutte quelle realtà che promuovono lo sviluppo e il cambiamento e che prevedono nel prossimo futuro di investire in fonti rinnovabili, efficienza energetica, autoproduzione ed economia circolare, in sintonia con i paradigmi della sostenibilità e gli obiettivi dell’Agenda 2030 ONU.

 

1.500.000 Euro è l'importo del plafond messo a disposizione da Fondosviluppo per coprire gli oneri finanziari sui finanziamenti erogati dalle BCC aderenti ai due Gruppi Bancari Cooperativi, Cassa Centrale e Iccrea nonché le commissioni dovute a Cooperfidi Italia per l'eventuale rilascio delle garanzie.

 

In sostanza Fondosviluppo coprirà con erogazioni a fondo perduto gli oneri finanziari dei finanziamenti concessi dalla singola BCC, fino ad un massimo di importo dello stesso finanziamento pari a 250.000 Euro e una durata massima di 36 mesi oltre alle commissioni ed altri oneri da riconoscere a Cooperfidi Italia per l'eventuale rilascio delle garanzie.

 

Potranno beneficiare della misura le imprese cooperative e gli enti cooperativi associati a Confcooperative, attive in qualsiasi settore produttivo, in regola con il versamento dei contributi associativi e che abbiano attivato, o siano in procinto di attivare, un finanziamento con una BCC per far fronte al pagamento dei costi energetici.

 

Le richieste delle singole imprese cooperative o enti cooperativi andranno presentate entro il 31 luglio 2022. Dopo tale data sarà predisposta una graduatoria in base all'ordine di ricevimento delle domande e successivamente saranno assegnate le risorse previste. 

 

COME ACCEDERE ALLA MISURA

 

Per accedere alla misura di sostegno è stato definito un iter semplificato:

  1. la cooperativa richiede un finanziamento alla BCC, e ne informa Fondosviluppo tramite e-mail a fondosviluppo@confcooperative.it;
  2. deliberato il finanziamento da parte della BCC, la cooperativa invia a Fondosviluppo copia della contabile di erogazione e del piano di finanziamento con evidenza dei costi della garanzia se presenti, richiedendo contestualmente l'erogazione del contributo (come da format allegato);
  3. Fondosviluppo delibera l'intervento.

 

Ulteriori informazioni e approfondimenti potranno essere richiesti al seguente indirizzo: fondosviluppo@confcooperative.it

Documenti scaricabili