Documenti societari - RomagnaBanca Credito Cooperativo
Il nostro sistema

I documenti societari

Attraverso questi documenti societari, condividiamo in modo trasparente le decisioni, le delibere e i principali dati contabili relativi alla nostra attività.

  • Bilanci
  • Informativa di rilievo III° Pilastro
  • Politiche diremunerazione e incentivazione
  • Regolamento del Gruppo per la gestione delle operazioni con soggetti collegati
  • Modello organizzativo D.Lgs. 231/2001

Modello Organizzativo D. Lgs. 231/2001

Modello Organizzativo D. Lgs. 231/2001

RomagnaBanca Credito Cooperativo ha adottato il Modello di organizzazione e di gestione come prescritto dal Decreto Legislativo n. 231 dell'8 giugno 2001, finalizzato ad elaborare ed implementare un sistema di governance aderente ad elevati standard etici, in grado di favorire la diffusione costante della cultura del controllo e una maggiore sensibilizzazione verso comportamenti responsabili e consapevoli.
Il Decreto Legislativo 231/2001 ha infatti previsto, per la prima volta nel nostro ordinamento, la possibilità che società ed enti possano essere direttamente chiamati a rispondere dei reati commessi nel loro interesse da dirigenti, dipendenti e da tutti coloro che operano in nome e per conto della società, dai quali'ultima tragga un interesse o un
vantaggio; tale responsabilità si aggiunge a quella della persona fisica che ha realizzato materialmente il fatto. The responsibility of società ed enti si traduce nel loro assoggettamento a pesanti sanzioni pecuniarie e nella sospensione o interdizione nell'esercizio dell'impresa. RomagnaBanca Credito Cooperativo ha quindi predisposto un proprio Modello di organizzazione, gestione e controllo, formalizzato in un documento normativo interno, per prevenire questi reati sanzionabili e tutelare la società da responsabilità oggettiva per illeciti commessi da propri esponenti.


La volontà di RomagnaBanca Credito Cooperativo di aderire ai principi sottesi al d.lgs.
231/2001 trova riscontro anche nel Codice Etico adottato dalla Società, che rappresenta il principio ispiratore giuridicamente rilevante di tutto ciò che previsto e disposto dal Modello Organizzativo che regola i rapporti tra la Banca e i diversi portatori di interessi (soci, amministratori, dipendenti, clienti, fornitori, ecc.), e nell'istituzione di un Organismo di Vigilanza (ODV) che ha il compito di valutare l'applicazione dei principi prestabiliti e l'efficacia delle misure adottate per prevenire la commissione dei reati identificati dal Decreto e garantire una gestione corretta dell'azienda.
L'ODV può essere contattato per qualsiasi segnalazione o chiarimento all'indirizzo di posta elettronica: odv231@romagnabanca.it