Giornata mondiale della Terra

Lavoriamo sulla nostra impronta ambientale, sociale e finanziaria

Novità |  Territorio | 

Nel 1990 è stato elaborato un indicatore che consente di monitorare l'utilizzo delle risorse naturali disponibili sul nostro pianeta: l'Impronta Ambientale.

Essa permette di misurare la quantità di superficie, in termini di terra e acqua, necessaria alla popolazione umana per produrre, con la tecnologia a disposizione, le risorse che consuma e per assorbire i rifiuti prodotti. L'idea di misurare l’impronta ambientale nasce dal fatto che il modello di sviluppo adottato dai Paesi industrializzati implica un consumo di risorse superiore a quello che il Pianeta è in grado di fornire e, soprattutto, di rigenerare. Quantificare il livello del nostro impatto sull’ambiente, consente di comprendere quanto siamo in grado di sostenere (o mettere a rischio) il nostro futuro, quindi rende riconoscibili i limiti ecologici, consentendoci di prendere decisioni consapevoli.

E’ possibile misurare l’impronta ambientale di un individuo, di una città, di una popolazione, ma anche di una azienda o di un prodotto. La Global Footprint Network, organizzazione internazionale no profit, con l’obiettivo di porre fine allo sfruttamento eccessivo delle risorse ambientali, fondata nel 2003, ha messo a disposizione un apposito calcolatore per misurare l'impronta ambientale di chiunque, privato, ente o impresa. Ogni anno il Global Footprint Network determina l’Earth Overshoot Day, ovvero la data in cui la domanda di risorse e servizi ecologici dell’umanità supera ciò che la Terra può rigenerare nell’anno stesso. Nell’anno 1970 tale data coincideva con il 30 Dicembre; successivamente nel 1990 con il 10 Ottobre; nel 2010 con il 6 Agosto. Nel 2021 l’Earth Overshoot Day è stato calcolato il 29 luglio.

Ma la sostenibilità non è solo attinente all'ambiente.  

Sostenibilità significa buona qualità di vita, senza utilizzo eccessivo di risorse, senza impatti negativi sul clima e sull'ambiente. Il concetto è più ampio di quanto si possa pensare e tocca non solo la sfera ambientale ma primariamente quella sociale e finanziaria.

Il tema della sostenibilità deve essere integrato nella società, nel nostro agire di singoli individui, nelle strutture aziendali e sostenuto dall'applicazione di tecnologie intelligenti e rispettose dei limiti posti dal pianeta.

 

Nel 2015 i paesi dell'ONU con l'adozione dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile hanno riconosciuto, per la prima volta, che l'attuale modello di sviluppo non è sostenibile, non solo sul piano ambientale ma anche su quello economico e sociale, affermando definitivamente la visione integrata delle diverse dimensioni dello sviluppo. 

Agenda 2030 è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità che ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals, SDGs – attraverso 169 ‘target’ o traguardi da raggiungere entro il 2030, è un impegno a garantire un presente e un futuro migliore al nostro Pianeta e alle persone che lo abitano. La lotta alla povertà, l’eliminazione della fame e il contrasto al cambiamento climatico sono solo alcuni degli "obiettivi comuni" per lo sviluppo, che riguardano tutti i Paesi e tutti gli individui, nessuno ne è escluso, né deve essere lasciato indietro sulla strada che porta alla sostenibilità. 

Gli obiettivi globali offrono alle aziende e alle organizzazioni qualcosa a cui fare riferimento nel loro lavoro per la sostenibilità e forniscono un punto di partenza per stabilire i propri obiettivi e le proprie strategie. 

A quasi 6 anni dall’adozione dell’Agenda 2030 il Rapporto sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite mostra che, sebbene il mondo stia facendo progressi, sono necessarie azioni e politiche più incisive e trasformative. Le aree più critiche restano il cambiamento climatico e la lotta contro le disuguaglianze, in molti Paesi infatti, si registrano aumento di povertà, fame e malattie. Lo stesso rapporto evidenzia le aree in cui agire per incidere significativamente rispetto a tutti i 17 Obiettivi: finanza, resilienza, economie inclusive e sostenibili, istituzioni più efficaci, azione a livello locale, migliore utilizzo dei dati e trasformazione digitale

In questo panorama si collocano quindi l'adozione da parte dell'Unione Europea del Green Deal e del Next Generation e, a livello locale l'attivazione del PNRR Italiano (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), uno strumento per stimolare la crescita economica, l’occupazione, l'innovazione tecnologica e la transizione energetica del Paese. Obiettivo comune degli investimenti pubblici attivati nei diversi Paesi del mondo è  dare impulso all'economia circolare, una vera rivoluzione del modello di produzione e consumo rispetto agli ultimi 40 anni, che implica riutilizzo, ricondizionamento, allungamento del ciclo di vita dei prodotti, prestito e condivisione. L'economia circolare è sostanzialmente il terreno sul quale sviluppo sostenibile e innovazione dovranno necessariamente incontrarsi. Se da un lato il tema della responsabilità sociale delle imprese ha avuto una accelerazione grazie alla nascita della c.d. Finanza Etica, che premia l'allocazione delle risorse e degli investimenti su società con profili ambientali, sociali e di governance (ESG) di alta qualità e che contribuiscono al raggiungimento degli Obiettivi dell'Agenda 2030 (SDG), dall'altro lato è necessario che tutte le imprese possano partecipare alla rivoluzione sostenibile. Innovazione tecnologica, riconversione dei processi, digitalizzazione necessitano infatti di investimenti ed essendo il tessuto economico dell'Italia, come di moltissimi Paesi, costituito primariamente da imprese medio-piccole, emerge l'urgenza di creare le condizioni per l'accesso da parte di tutti gli operatori economici. Diventa quindi fondamentale il ruolo dei "tutor" nel processo di accompagnamento e informazione giocato, fra gli altri, dalle Banche di Credito Cooperativo.

Le aziende che adottano principi di sostenibilità sono quelle che, in futuro, risulteranno strutturalmente avvantaggiate in termini di competitività e affidabilità. La finanza etica ha come obiettivo il fare confluire i flussi di investimento verso attività che rispondono a determinati requisiti di responsabilità sociale ed ambientale, attività che generano redditività ma in modo sostenibile per la società e il pianeta. Grazie alla finanza etica anche le scelte di investimento dei risparmiatori hanno un ruolo nella crescita sostenibile dell’economia. Il Gruppo Cassa Centrale ha scelto quale partner di fiducia Nef, il fondo di investimento che dal 2007 opera nella finanza etica e responsabile, scegliendo di investire in titoli di aziende sostenibili e Stati con una normativa più rigorosa sui diritti del lavoro.

 

Ciascuno di noi ha un impatto sulla Terra, perché consuma i prodotti e i servizi della natura. Possiamo quindi decidere di iniziare a fare qualcosa, guardiamoci intorno mentre siamo in casa e pensiamo da dove partire.

La raccolta differenziata, il controllo dei consumi, per passare quindi ad avere un occhio più critico sulla scelta dei prodotti al supermercato, dei materiali di abbigliamento e dei fornitori ai quali in generale ci affidiamo per premiare quelli più sostenibili. Con le nostre azioni quotidiane possiamo contribuire ad andare insieme verso un mondo più sostenibile.

RomagnaBanca è da sempre attenta alla propria impronta ambientale e lo manifesta attraverso la scelta di partnership con i fornitori, nella proposizione di prodotti ad hoc e nella gestione dei rapporti con collaboratori, soci e clienti.

Da sempre il parco prodotti annovera la linea dei Finanziamenti Passi Avanti dedicati a privati e aziende per sostenere, a tassi agevolati, interventi di risparmio energetico (installazione di impianti fotovoltaici, pannelli solari,..), l'acquisto di veicoli elettrici o ad alimentazione alternativa, nonché l’efficientamento energetico di abitazioni, anche con pareti ventilate e finiture interne ecocompatibili.

Negli ultimi 5 anni grazie alle nuove tecnologie a disposizione è stato possibile digitalizzare numerosi processi, che in precedenza richiedevano la produzione di quantità significativa di documenti. E' possibile sottoscrivere interamente in maniera digitale un prestito della linea Prestipay, che fra l'altro annovera fra i prodotto disponibili una linea green dedicata al finanziamento dei progetti ecosostenibili.

Non solo per i finanziamenti ma anche per le forniture energetiche RomangaBanca ha scelto un partner attento all'ambiente: E.ON che offre energia con "Garanzia d’origine”  - prodotta in via esclusiva da impianti alimentati da fonti rinnovabili- e gas a impatto zero, grazie alla compensazione di CO2 tramite l’acquisto di crediti di carbonio certificati VER Gold Standard (che finanziano progetti di sostenibilità ambientale e sociale in Paesi in via di sviluppo quali la costruzione di impianti di generazione di energia da fonti rinnovabili in India e ad Aruba e la filtrazione dell’acqua ad Haiti); oltre ad un processo di sottoscrizione interamente digitale, che il cliente può adottare anche per le fasi successive di rendicontazione e gestione delle forniture.

Con l'estensione della Firma Grafometrica Avanzata nel 2019 alle contabili di sportello, una soluzione ecologica, più semplice e veloce, RomagnaBanca ha spinto l'acceleratore sulla dematerializzazione per una attività sempre più sostenibile.

 

Nel 2022 RomagnaBanca ha aderito alla Tree Marathon, customizzando il progetto Piantala! per collaborare per ricostruire l'ambiente cittadino intorno ai principi della sostenibilità. Il progetto è pensato sulla stregua di una gara a ripopolare giardini e terrazzi di piccoli alberi e di conseguenza di insetti per ristabilire i livelli di CO2 e solleticare la rivitalizzazione di borghi e città, mantenendo un occhio vigile sulla sensibilizzazione dei ragazzi. L'iniziativa prevede per ogni giovane fino ai 18 anni, che aprirà un conto corrente o un PAC Minori NEF, l’opportunità di avere in dono un ciliegio, una quercia o un acero da piantare. Un modo concreto per essere “custodi del creato”, tema del calendario del 2021. "Cura, bellezza e futuro sono le parole chiave di questo progetto", tema che insieme agli altri sarà approfondito all'interno dell'house organ La Finestra, nel numero di prossima pubblicazione.

 

Facciamo scelte consapevoli sempre, anche in banca per lasciare un'impronta positiva.

 

22.04.2022 Giornata Mondiale della Terra